Halloween scopriamo di più sulla festività più paurosa

Tutti conoscono Halloween, ma quasi nessuno sa come mai lo festeggiamo. In questo articolo vedremo la leggenda di Jack e come Halloween è arrivato in Italia.


halloweenLa leggenda di Halloween ha come protagonista Jack. Jack era un uomo umile e ubriacone. Un giorno mentre Jack era ubriaco al bar e la sua anima poteva essere facilmente presa dal diavolo Jack dice al diavolo: “Facciamo una cosa, te ti trasformi in una moneta per offrirmi un drink, poi mi lascerò portare all’inferno”, il diavolo accetta e si trasforma in una moneta, Jack mette il diavolo nel suo portafoglio accanto ad una croce di argento in modo che questo non possa ritrasformarsi. Alla fine giungono ad un accordo: il diavolo lascerà stare Jack per 10 anni. 10 anni dopo il diavolo torna da Jack, ma quest’ultimo gli dice: “Prima di portarmi all’inferno, puoi cogliere una mela dall’albero?”, il diavolo sale sull’albero per raccogliere la mela, ma Jack incide sul tronco una croce in modo che questo non potrà più scendere. Giungono quindi ad un secondo accordo, il diavolo lascerà stare Jack per l’eternità. Passano gli anni e Jack muore, dovete sapere che Jack era un uomo che commetteva moltissimi peccati, venne quindi rifiutato dal paradiso, andò quindi a cercare rifugio nell’inferno, ma il diavolo aveva stretto un patto che voleva rispettare. Diede quindi a Jack un tizzone ardente dell’inferno (che quindi non si sarebbe spento mai) e lo lasciò vagare nell’oscurità. Jack aveva una rapa con se, la svuotò dall’interno e ci mise dentro il tizzone. La zucca viene messa all’entrata delle abitazioni per dire a Jack che la casa non è aperta ad accoglierlo.

Avete notato una cosa?: abbiamo detto che Jack ha usato una rapa e non una zucca, e allora come mai noi oggi utilizziamo una zucca?. La risposta è semplice: halloween nasce in Inghilterra, quando l’Inghilterra colonizza l’America porta anche li le sue usanze, halloween compreso. Anche in America hanno utilizzato la rape, fino a quando una carestia ha costretto le persone ad utilizzare le zucche, presenti in quantità maggiori.

Rispondiamo adesso alla domande che ci chiedeva come halloween sia arrivato in Italia. Halloween era già presente in Sardegna da molto tempo, veniva però festeggiato come Sant’Andrea, il 31 ottobre gli adulti andavano per le strade facendo molto rumore per spaventare i bambini, adesso sono invece i bambini ad andare di porta in porta facendo rumore per far sapere che sono li, dicevano poi una frase: Sant’Andria muzza li mani!, che significa Sant’Andrea ti mozza le mani. La festa arriva poi anche in Toscana con il gioco dello zozzo, anche qui venivano usate le zucche (zozzo = sporco) che venivano svuotate e decorate paurosamente. Di sera ci veniva messa dentro una candela e un bambino veniva fatto uscire con per esempio la scusa di fare la spesa, la zucca veniva quindi messa in giardino, nell’orto o più spesso su un muretto, venivano messi al disotto della testa falsa degli straccia o degli abiti veri. Per intimorire di più i bambini la zucca veniva chiamata La morte.

La terza domanda a cui rispondiamo è quella che ci chiede come mai festeggiamo halloween proprio il 31 ottobre. Se ci fate caso il giorno dopo halloween è sempre la festività di Ognissanti, analizziamo adesso la parola Halloween, è l’unione di All Hallows Eve, che significa appunto Ognissanti in lingua Inglese. Ma perchè alora non al festeggiamo il primo novembre? semplice, halloween è nato perchè le persone cominciavano ad addobbare casa per Ognissanti la notte prima, quindi si festeggia Halloween la notte prima di Ognissanti.

Precedente Musescore: il programma per scrivere musica Successivo Come colorare l'acqua in casa in modo sicuro

Lascia un commento